Autonoleggio: ecco tutto ciò che devi sapere prima di partire

autonoleggio600x230
Sei in procinto di programmare il tuo prossimo viaggio, optando per un’auto a noleggio per avere una maggiore libertà negli spostamenti, senza vincoli di luogo e chilometraggio, ma non lo hai mai fatto? Bene, allora questa guida fa al caso tuo. Infatti, informarsi sui siti delle compagnie e sui i vari motori di ricerca e sui cavilli contrattuali, può non essere semplice, per cui speriamo di darti qualche informazione che potrebbe esserti d’aiuto nel corso della ricerca.

Motori di ricerca

Come succede per gli spostamenti aerei, esistono diversi siti di comparazione di compagnie che offrono il servizio di autonoleggio, permettendo di farsi un’idea sui costi con l’inserimento di poche informazioni (periodo e date), di prenotare e pagare direttamente online. Alcuni di questi sono AutoEurope, RentalCars, Expedia, eDreams, NoleggioAuto, e tanti altri. A volte il prezzo è inferiore rispetto alla prenotazione con agenzia e viene offerto il kilometraggio illimitato e una serie di opzioni accessorie, come il rimborso della franchigia, che vedremo nel dettaglio successivamente, navigatore, seggiolino, ecc.

Franchigia

La franchigia è la responsabilità economica in capo al conducente in caso di furto o danneggiamento dell’auto o  di una delle sue componenti ed ha un importo variabile sulla base del valore della vettura noleggiata. Nonostante la vettura sia coperta da un’assicurazione contro danno e furto, una parte di danno è dovuta da chi noleggia l’auto, per questo l’ importo massimale verrà “congelato” sulla vostra carta di credito o chiesto in contanti, qualora si fitti direttamente presso un’agenzia privata.
Cosa fare a questo punto? Le opzioni sono sostanzialmente tre:

  • non pagare un extra e rischiare,
  • pagare per ridurre o eliminare la franchigia,
  • sottoscrivere un’assicurazione o servizio per il rimborso di essa.

Ovviamente non è possibile avere una risposta universale a questa domanda, poiché tutto dipenderà dal tipo di viaggio: la sicurezza del paese e la qualità delle strade, ad esempio.

Ma vediamo nel dettaglio le singole ipotesi:

  • Riduzione/annullamento della Franchigia: questa opzione è possibile solo prenotando direttamente tramite l’agenzia (sia online che in sede). Le possibilità sono due, ovvero ridurla ad una cifra che mediamente si aggira intorno ai 2/300€ (normalmente può arrivare anche a 1.000€), con costi che sono di circa la metà rispetto all’annullamento totale. Per rendere meglio l’idea, vi offriamo una panoramica di tre delle principali compagnie di autonoleggio, per un esempio con macchina di fascia medio-bassa:

immagine

  • Rimborso della Franchigia: questa possibilità viene offerta da alcuni siti di comparazione autonoleggio e da alcune aziende terze specializzate, solitamente ad un prezzo fisso giornaliero, omnicomprensivo, di molto inferiore a quelli visti precedentemente, che si aggira dai 4,99 ai 10 Euro circa per noleggio al giorno. Le polizze comprendono una serie di casi extra come danni a componenti della macchina, smarrimento delle chiavi, copertura per il furto, ecc. Ma come funziona? Essendo fatta da un’azienda terza, rispetto a quella che vi ha noleggiato l’auto, la franchigia viene comunque bloccata ma il sito di comparazione si impegna a rimborsare tale importo nel giro di pochi giorni.

Scopri Zero Franchigia Autonoleggio

Consigli in breve

  • I siti di comparazione autonoleggio sono un mezzo utile per paragonare i costi e le compagnie operanti in quel paese.
  • Conviene informarsi sullo Stato dove si intende viaggiare, sulla relativa sicurezza, sulla patente richiesta, valutando così il modo migliore per minimizzare i rischi relativi. Siti web come l’ambasciata di riferimento e viaggiare sicuri potrebbero fare al caso vostro.
  • Valutare i costi delle opzioni accessorie per ogni agenzia/motore e le loro politiche sulla franchigia e sui massimali assicurati (che deve essere il più alto possibile).
  • In caso di viaggio fuori dall’Europa, scegliere quei servizi che hanno valenza internazionale e che comprendono la copertura per responsabilità danni al veicolo e responsabilità civile supplementare, obbligatoria in America e Canada.

Continua a leggere su questa pagina per tutti i dettagli