Classe di merito delle assicurazioni: come funziona

 

 

 

Non avete le idee chiare sulla classe di merito e il suo funzionamento? Ecco quello che c’è da sapere.

 

Che cos’é la classe di merito

 

L’assicurazione auto classe di merito è sostanzialmente il punteggio che, in base al meccanismo bonus/malus, determina il premio da pagare per la polizza (scopri qui compilando un unico form i preventivi di assicurazioni auto delle migliori compagnie). Per intenderci, più il punteggio è alto, più gli automobilisti saranno costretti a pagare.

 

Gli automobilisti più bravi, invece, potrebbero addirittura arrivare a pagare la metà rispetto a chi, nelle stesse condizioni, si assicura per la prima volta e, quindi, parte dalla classe base.

 

Classi e punteggi

 

I punteggi delle classi vanno da 1 (migliori guidatori) a 18 (peggiori guidatori).

La classe d’ingresso, per chi si assicura per la prima volta, è la numero 14. Vi sono anche delle compagnie assicuratrici che offrono ai propri clienti delle classi aggiuntive come, ad esempio, la 1a e la 2a. La 1a, per essere chiari, è più alta della 1, e quindi l’assicurato pagherà un premio ancora più basso.

 

Bonus/malus

 

Quando si provoca un incidente, ad esempio, si retrocede di una classe (malus) mentre, invece, per ogni anno che trascorre senza provocare sinistri si sale di una classe (bonus).

 

Le nuove norme

 

Con il nuovo Codice delle assicurazioni, non si può scendere di classe senza l’effettivo accertamento del danno e, inoltre, la conservazione della classe di merito, nei casi di “cessazione del rischio”, sospensione o non rinnovo, viene conservata per 5 anni.

 

L’assicurato che vende, demolisce o esporta il proprio veicolo all’estero, conserva la propria classe di merito che può essere estesa ad un altro veicolo di proprietà sua o un membro del suo nucleo familiare

 

Questa nuova norma, però, non è retroattiva e, quindi, vale solo per i nuovi veicoli e non per i rinnovi di polizza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>